Sign in to follow this  
Followers 0
Wishmaster

Creare disco di boot senza possedere il floppy disk

9 posts in this topic

Mi trovo in un vicolo cieco, spero che qualcuno mi possa aiutare ;)

In particolare dovrei fare un boot disk con Norton Ghost su un portatile dove non ho il floppy disk; ora visto che l'utility messa a disposizione da Norton Ghost non prevede la scelta di un percorso dove andare a mettere il boot disk, ma impone obbligatoriamente una scelta fra "floppy a:" & "floppy b:" escludendo quindi la possibilità creare una sorta di live usb o live cd, come se ne può venir fuori? Ammesso che si possa fare....qualcuno ha un idea? :d

Share this post


Link to post
Share on other sites

un disco virtuale? ;)

Che mi ricordi e' sempre possibile assegnare una lettera a un percorso via dos, ad esempio con il comando SUBST:

Associa un percorso ad una lettera di unità.

SUBST [unità1: [unità2:]percorso]

SUBST unità1: /D

unità1: Specifica un'unità virtuale a cui si desidera assegnare

un percorso.

[unità2:]percorso Specifica un'unità fisica e un percorso che si desidera

assegnare ad un'unità virtuale.

/D Elimina un'unità (virtuale) sostituta.

Digitare SUBST senza parametri per visualizzare l'elenco delle unità virtuali

correnti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
"floppy a:" & "floppy b:" escludendo quindi la possibilità creare una sorta di live usb o live cd, come se ne può venir fuori?

Alcune BIOS permettono l'emulazione di floppy tramite l'uso di periferiche USB.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Forse è meglio se ci dici cosa devi fare esattamente. Mi spiego: se ti serve semplicemente un disco di boot ti basta una vecchia copia di windows 98 per fare il boot e arrivare ad avere la shell di dos. Se invece ti serve proprio il disco di boot fatto da norton ghost credo che dovrai attrezzarti con un floppy usb.

@lugg

quando tiri fuori chicche come il comando subst mi fai quasi piangere di nostalgia.... ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io non ho usato la strategia di Lugg, un mio amico mi aveva dato una chicca + facile, ora lo contatto e glielo richiedo che anche a me interessa (me lero scritto su un foglietto di carta ma chissà dov'è finito con il caos che ho in camera ;) )

era un programmino che faceva credere al portatile che il D: fosse A:

fico no?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il problema mi si è riproposto questa volta perché mi serviva proprio fare un boot disk con Norton Ghost (sto x andare a mettere le mani sull'hd x partizionare e creare swap, ext3 da un ntfs già partizionato, quindi non so bene cosa possa succedere...ma l'obiettivo credo l'avrete capito :d ). Ma già un'altro paio di volte mi sono trovato di fronte a questo problema, infatti cercavo una soluzione definitiva da poter riutilizzare sempre.

L'idea di Manus l'avevo avuta anch'io ma non sapevo se fosse realizzabile...in pratica basta far credere al pc che la pen drive sia il floppy disk giocando con le lettere, e tutto fila liscio...tanto poi da bios si riesce a dare priorità ai drive removibili e quindi dovrebbe funzionare lo stesso come se mettessi la pen drive al posto del floppy....poi provo a vedere se tutto va come dovrebbe, x adesso intanto sono riuscito a farmi il boot disk :birra:

Grazie a tutti x le risposte ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

si a quanto pare o rinomini la pennetta usb ;) ,

oppure (cosa piu' intrippante ma + figa perchè sa di magheggio) crei un floppy virtuale usando programmi appositi, tipo alchol...

e poi al boot lui partiva da A: pensando fosse D: :d

...a me è servito quando ho deciso di togliere linux dal portatile (ci riproverò quando avrò piu' tempo stavo diventando matta con i driver della wireless) e non mi trovava piu' nell'mbr il punto di avvio...quindi ho dovuto mettere un cd boot di win98 ma senza avere il floppy sul portatile!

però a quanto pare tu hai risolto con la rinominazione della pennetta...beh l'importante è venirne fuori :birra:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Alcune BIOS permettono l'emulazione di floppy tramite l'uso di periferiche USB.

suppongo che tu abbia gia verificato che il tuo portatile non supporti tale opzione? Se lo fai, al boot, la tua pennetta o altro storage USB viene emulato come se fosse un floppy. Cosi' non devi installare niente sotto al sistema opearativo che prende tutte le info dalla BIOS al boot.

E comunque tu vuoi fare un floppy bootabile di norton ghost... ma questo diventa logico se e solo se hai dei media che sono stati creati con norton ghost e su quali tu abbia gia' delle immagini del disco di sistema da ripristinare. Altrimenti, se non devi ripristinare immagini di sistema, ti consiglio altri tool, molto piu' consoni alle attivita' di rescue. Uno dei tanti e' il TRK che ti da un set di tool necessari non solo a ripristinare il sistema linux, ma specialmente un sistema windows con l'accesso alla hive del registro delle chiavi e la modifica del filesystem ntfs.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Alcune BIOS permettono l'emulazione di floppy tramite l'uso di periferiche USB.

suppongo che tu abbia gia verificato che il tuo portatile non supporti tale opzione? Se lo fai, al boot, la tua pennetta o altro storage USB viene emulato come se fosse un floppy. Cosi' non devi installare niente sotto al sistema opearativo che prende tutte le info dalla BIOS al boot.

Si si, i tuoi suggerimenti non sono passati inosservati come può sembrare :birra: Il fatto è che il bios in questione è molto scarno, e presenta davvero poche opzioni. Per quanto riguarda il boot sequence posso scegliere tra HD, CD/DVD, removable device e realtek boot agent. L'ultimo non ho ben capito a cosa serva concretamente, ma la penna con removable device dovrebbe essere letta...anche se ho fatto un tentativo e sembra infischiarsene...

Se c'era la possibilità di emulare il floppy con una periferica USB ero a cavallo, perchè è proprio quello che mi serviva, ma dovrò trovare un altro modo...

E comunque tu vuoi fare un floppy bootabile di norton ghost... ma questo diventa logico se e solo se hai dei media che sono stati creati con norton ghost e su quali tu abbia gia' delle immagini del disco di sistema da ripristinare. Altrimenti, se non devi ripristinare immagini di sistema, ti consiglio altri tool, molto piu' consoni alle attivita' di rescue. Uno dei tanti e' il TRK che ti da un set di tool necessari non solo a ripristinare il sistema linux, ma specialmente un sistema windows con l'accesso alla hive del registro delle chiavi e la modifica del filesystem ntfs.

E' esattamente quello che ho fatto :d Ho già creato i file immagine, ed era x quelli che mi serviva fare il boot disk...era la procedura stessa che me lo imponeva...

Adesso voglio provare se con Daemon Tools, che dovrebbe essere l'equivalente di Alchol suggerito da Manus, riesco ad avere un unità virtuale da sfruttare come HD montandoci la penna....ammesso poi che il mio bios si accorga che esista! ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now
Sign in to follow this  
Followers 0